Come scegliere gli infissi

Come scegliere gli infissi

Acquistare degli infissi per una casa appena costruita, così come cambiarli per opere di ristrutturazione o per adeguamento energetico, è un investimento che deve essere oculato e ben progettato.
Non solo praticità e gusto estetico, in quanto porte e finestre devono anche offrire delle performance tali da garantire un’ottimo isolamento dall’esterno. C’è anche un fattore legato alla sicurezza che deve essere valutato in queste situazioni, in quanto una casa è sicura quanto lo è il suo punto d’accesso più fragile.

Di seguito vedremo alcuni consigli e suggerimenti su come scegliere dei nuovi infissi per la propria abitazione.

Quanto costano gli infissi?

Il costo degli infissi può raggiungere numeri anche molto elevati, in particolare qualora si cercassero dei prodotti che offrono il top delle performance che il mercato può offrire. Caratteristiche principali sono l’isolamento termico, fondamentale per ottenere una classificazione energetica più alta e per risparmiare sui costi di climatizzazione e riscaldamento, e l’isolamento acustico, in particolare se la propria abitazione si trova lungo strade trafficate.

Questo secondo punto viene spesso tralasciato, ma la differenza tra infissi ben isolati acusticamente ed altri è sostanziale e gli effetti sulla qualità del riposo sono evidenti. Certamente all’aumentare della performance il costo cresce in maniera esorbitante, per cui l’ago della bilancia dovrebbe essere non tanto il desiderio di risparmiare, quanto più una previsione sulla durata che il prodotto avrà.

Saper riconoscere un infisso a taglio termico invece può essere molto utile, soprattutto in fase di scelta, così da andare ad acquistare un prodotto di qualità che possa proteggervi dagli sbalzi di temperatura odierni.

Se gli infissi verranno installati in un’abitazione nella quale si pensa di rimanere per almeno una decina di anni, l’ammontare speso per ottenere il massimo possibile a livello di isolamento termico si ripagherà da solo nel tempo, riducendo sprechi e consumi.

Lo stesso si applica nel caso di abitazioni realizzate per essere rivendute. Avere un’alta certificazione energetica, infissi di qualità (e qui il fattore estetico assume ancora più importanza) aggiunge al valore dell’immobile molto più di quanto si immagini, aumentando anche enormemente le probabilità di vendere in fretta.

Con quali materiali possono essere realizzati gli infissi?

In generale i materiali più utilizzati per realizzare gli infissi sono legno, alluminio e PVC. I più economici e tali da offrire il miglior rapporto qualità prezzo sono quelli realizzati in PVC, ideali per coloro che ricercano un’estetica essenziale con lo scopo di spendere il meno possibile pur acquistando un ottimo prodotto.

La praticità e la resistenza di questo materiale lo rende ideale anche per le tapparelle: quelle realizzate in PVC infatti sono di una buona qualità e resistenza, inoltre sono piuttosto manovrabili, caratteristica fondamentale nel caso in cui si dovessero eseguire degli interventi di manutenzione come una riparazione oppure il cambio della corda di una tapparella.

Tornando agli infissi, possiamo affermare che il legno è il preferito di coloro che danno molta importanza anche all’aspetto estetico, con dei costi ovviamente più elevati a parità di performance. Infine l’alluminio si pone a metà tra gli altri due materiali. Costo non troppo elevato, ottime caratteristiche tecniche ed un’estetica che in molti casi può rivelarsi decisamente appagante, specialmente in case molto moderne.

Collegata ai materiali troviamo anche la manutenzione. Finestre in legno risulteranno essere molto più pesanti, con il risultato che aprendole e chiudendole questo peso graverà sulle cerniere, portando ad un’usura più rapida. Inoltre periodicamente andrebbero fatti controllare gli infissi sotto il profilo di guarnizioni e registro delle ferramenta, controllando che niente si sia allentato e che l’isolamento termico e acustico garantito in fase di installazione sia ancora presente.

La manutenzione è un punto fondamentale che molto spesso viene lasciato in secondo piano. Su lunghi periodi di tempo controlli accurati aumentano la vita dell’infisso, riducono costo e consumi e garantiscono grandi vantaggi anche sotto il profilo della sicurezza.

Leggi anche: Porta interna chiusa a chiave: alcuni metodi per aprirla

/