pendenza scarico wc

Pendenza dello scarico del wc: cosa c’è da sapere

Lo scarico è l’impianto che collega il wc alle fogne. Per fare in modo che funzioni bene ci deve essere una pendenza pari all’1%, vale a dire che il tubo di scarico deve essere inclinato rispetto al pavimento di almeno 1 cm, 1 cm per ogni metro di distanza dal wc alla fognatura. L’assenza di pendenza comporta diversi problemi, l’acqua nera non fluisce verso il tubo esterno collegato alla fognatura per cui si crea intasamento, di conseguenza cattivi odori.

Cose davvero sgradevoli, anche perché le acque nere che fuoriescono dal tubo di scarico del water sono pericolose, perché contengono un’alta percentuale di carica batterica. Oltre alle acque nere che provengono dallo scarico della tazza del bagno; ci sono quelle bianche che non sono nocive, per intenderci acqua pulita non utilizzata che scorre facendo pulizie; e quelle grigie che provengono da lavandini, docce, bidet, più facili da smaltire rispetto a quelle nere. Abbiamo approfondito l’argomento con idraulico-roma.me, pronto intervento idraulico attivo a Roma che ha spesso a che fare anche con questo tipo di lavori.

Malfunzionamento scarico: cause e possibili soluzioni

Il tuo water si ottura spesso e l’acqua risale? Due possono essere le cause. La prima che il tubo di scarico sia ostruito, da materiale non decomponibile, carta ruvida, assorbenti igienici, o altro materiale che non è biodegradabile e che va buttato altrove, ma non certo nel water. La seconda, più grave, è che l’impianto di scarico non sia stato eseguito bene, a norma, rispettando i parametri d’obbligo per la pendenza.

In tal caso, non essendoci la giusta pendenza l’acqua non riesce a defluire correttamente verso la colonna verticale del bagno torna indietro. È vero che a tutto c’è rimedio, ma ciò comporterà spese da sostenere per fare i lavori. Si può risolvere costruendo un gradino al di sotto dalla tazza, che in questo modo sarà più alta rispetto al tubo di scarico. Oppure sostituire il wc con uno a parete, ne conseguirà un aggravio di spese e lavori di idraulica e muratura.

Impianto a tubazione unica o doppia

L’impianto a tubazione unica prevede che le acque di scarico grigie e nere confluiscono in un’unica tubazione. Questo caso si verifica soprattutto nei condomini. Con l’impianto a tubazione doppia invece le acque grigie, che hanno bisogno di un sistema di depurazione diverso, vengono scaricate separatamente dalle nere. Vantaggioso ed eco-sostenibile, si rifà ad uno smaltimento più igienico e non si corre il rischio di avere reflussi nelle acque del water.

Lavori di ristrutturazione: si può spostare lo scarico del wc?

Alcune volte ristrutturando casa, si ravvisa il bisogno di spostare lo scarico del bagno dalla sua posizione originaria. I motivi possono essere diversi, esigenza di ripartire gli spazi interni diversamente, necessità di dover realizzare un altro bagno. Non è semplice, bisognerà affidarsi ad una impresa seria, tecnicamente competente e specializzata, che prima di procedere dovrà verificare se il lavoro è fattibile.

Inoltre qualora la messa in opera può essere realizzata è necessario comunicare l’inizio dei lavori di ristrutturazione straordinaria agli organi competenti, tra cui il catasto che provvederà ad aggiornare la scheda catastale dell’immobile con le varie modifiche effettuate. Anche per le pratiche di carattere burocratico si consiglia vivamente di rivolgersi ad un professionista, ingegnere o geometra, in alcuni casi possono risultare pratiche farraginose, che se non sbrigate a dovere possono far incorrere in sanzioni.

Leggi anche: Come scoprire il percorso delle tubature dell’acqua corrente!

/